• Menu
Parco Nazionale Alta Murgia

Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia: la Puglia che (forse) non conosci ancora

Masserie fortificate, sentieri da scoprire, terreni arsi, muretti a secco, colori tersi e l’ultimo esempio di steppa mediterranea in Italia, eccolo Il Parco Nazionale dell’Alta Murgia… Un territorio tutto da scoprire!

Ci troviamo in Puglia e più precisamente tra i Comuni di Bari, Barletta, Andria e Trani, un’area di quasi 70.000 ettari, caratterizzata da cavità carsiche, sentieri rocciosi, doline, ed estese aree di coltivazioni e pascolo.
L’alta Murgia è un territorio che racconta una storia antica: dinosauri e uomini ancestrali, pastori e massari che nel corso dei millenni hanno abitato questi luoghi, lasciandoci traccia del loro vissuto. A testimonianza della storia antica di questa terra sono stati rinvenuti nel corso dei secoli numerosi siti archeologici, tombe scavate nella pietra, impronte di enormi rettili ed uno scheletro umano del Paleolitico. 

Cosa vedere nel Parco Nazionale dell’Alta Murgia

Moltissimi sono i luoghi da visitare all’interno del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, ecco qui qualche nostro suggerimento per non perdere i posti più interessanti!

Castel del Monte 

Castel del Monte è il fiore all’occhiello del Parco: un’opera grandiosa, suggestiva ed emozionante. Edificato a partire dal 1240 per volere di Federico II, imperatore del Sacro Romano impero e Re delle Due Sicilie. Simbolo del suo potere Il Castel del Monte domina tutta la valle ed è visibile per chilometri e chilometri, perfino dal mare. Un’opera eccezionale che merita qualche approfondimento. Ecco il nostro articolo che racconta la storia di questo edificio, uno dei siti UNESCO più visitati del nostro paese.

Il Pulo di Altamura

Il Pulo di Altamura è una vera meraviglia naturale, una profonda voragine con un diametro di 500 metri, la più grande dolina carsica dell’Alta Murgia. Qui è possibile percorrere diversi sentieri con differenti gradi di difficoltà, da quelli per principianti a quelli per esperti. 

L’uomo di Altamura ed il Centro Visite Lamalunga

L’uomo di Altamura è una delle più interessanti scoperte paleontologiche d’Italia. Uno scheletro dell’uomo di Neanderthal scoperto nella grotta di Lamalunga il 3 ottobre del 1993 datato tra i 128 mila ed il 187 mila anni fa, conservatosi in ottimo stato ed integro nella struttura scheletrica.
Per conoscere meglio la storia dell’Uomo di Altamura è stato creato Il Centro Visite di Lamalunga, un luogo davvero speciale, mistico e suggestivo, una tappa d’obbligo per comprendere la storia dell’Alta Murgia.
Una guida esperta vi condurrà a spasso nel passato alla scoperta delle origini dell’uomo. All’interno della struttura troverete una vastità di reperti e tramite una sala 3D vi calerete nel pieno nell’atmosfera. La visita si completa con l’esplorazione della Grotta della Capra, anche qui sarete accompagnati da uno speleologo che vi darà moltissime informazioni utili a comprendere la storia dell’uomo.
Per acquistare i biglietti online o avere maggiori info vi invitiamo a visitare il sito: https://uomodialtamura.it/go/14/biglietti.aspx

Le masserie e l’architettura rurale

La bellezza e l’unicità del territorio dell’Alta Murgia è dato da quella che viene definita “architettura minore” ossia tutti gli edifici legati all’attività agricola e pastorizia.
Attraversando il territorio potrete apprezzare: “le Poste” strutture utilizzate dai pastori per custodire i propri attrezzi di lavoro e proteggerli dalle intemperie; gli “Jazzi”, fabbricati costruiti per l’allevamento degli ovini ed infine le “Masserie” costruzioni rurali utilizzate come aziende agricole, che al proprio interno custodivano si gli attrezzi da lavoro, ma erano vere e proprie abitazioni dove vivevano contadini e pastori, le famiglie più ricche avevano masserie fortificate con cinte murarie e torri a difesa del loro territorio. Durante il vostro viaggio alla scoperta dell’architettura rurale dell’Alta Murgia attraverserete immense vie erbose e strade sterrate, erano le vie della transumanza percorse dai pastori e dalle loro greggi per raggiungere i pascoli.
Tra le altre opere architettoniche dell’Alta Murgia ci sono numerose chiesette rupestri e castelli medievali come il Castello di Gravina e quello di Garagnone.

Dove dormire 

Sono numerose le soluzioni di pernottamento limitrofe all’area del Parco Nazionale dell’Alta Murgia, dal classico B&B, alle affascinanti masserie. Non avrete che l’imbarazzo della scelta! Ecco qui qualche nostro suggerimento.

Bio B&B Bacco nella gnostra

Il Bio B&b Bacco nella gnostra si trova nel centro storico di Alta Mura, a due passi dalla cattedrale. Una bellissima struttura in uno stabile d’epoca. Le camere sono arredate con cura, pulitissime e dotate di ogni comfort. A disposizione di tutti gli ospiti il giardino, area comune. La colazione sarà a vostra disposizione in un bar convenzionato del centro. La posizione e la gentilezza dello staff sono sicuramente il valore aggiunto del B&B e lo rendono un’ottima soluzione per il vostro soggiorno alla scoperta del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Masseria La Gravina

La Masseria Gravina, si trova a Gravina di Puglia, ed è un bellissimo casale immerso tra vigneti e macchia mediterranea, con vista sul golfo di Taranto. Perfettamente ristrutturata e con un arredamento curato nei minimi dettagli. Le camere sono accoglienti e spaziose dotate di un ingresso indipendente. I proprietari sono sempre a vostra disposizione per qualsiasi esigenza e vi sapranno regale preziosi consigli per vivere al meglio la vostra vacanza in Alta Murgia. La colazione ottima e varia è curata personalmente dai proprietari, con prodotti genuini del territorio. La Masseria La Gravina è un’ottima soluzione per il vostro soggiorno alla scoperta del Parco Nazionale dell’Alta Murgia.

Info e contatti

Per orari e dettaglio di sentieri, attività, escursioni visita il sito ufficiale: https://www.parcoaltamurgia.gov.it/

Leave a reply